Baby K vs. Gigi D’Agostino

0
69
views
Gigi D'Agostino vs. Baby K
Gigi D'Agostino vs. Baby K

Gigi D'Agostino vs. Baby K

Quello che presento oggi è un Mash Up che vede protagonisti la rapper Baby K reduce  dal clamoroso successo estivo di “Roma-Bangkok”, ormai quadruplo disco di platino e con quasi 80 milioni di visualizzazioni su YouTube (oltre ad essere il brano italiano più ascoltato di sempre su Spotify) e il Deejay Gigi D’Agostino …al quale non servono presentazioni!

Ho utilizzato la nuova hit di Baby K “Chiudo gli occhi e salto” il brano ora in rotazione nelle radio tratto sempre dal suo ultimo album “Kiss kiss bang bang”.

La canzone infatti si ispira all’infanzia di Claudia, costretta a spostarsi e ad abitare in giro per il mondo, tra un trasloco e l’altro. Ad accompagnare la rapper in questo brano c’è la cantautrice Federica Abbate, che firma il brano con lei e canta il ritornello.

L’altro brano che ho utilizzato è quello di Gigi D’Agostino dal titolo “lo Sbaglio

Mash up semplicissimo le due canzoni presentano praticamente il medesimo BPM corrono entrambe sui 90 infatti, mi è quindi bastato campionare la base musicale del brano di Gigi D’Agostino e costruirmi dei samples da distribuire sullo sfondo della canzone di Baby K alla quale ho filtrato l’arrangiamento cercando di estrapolarmi una DIY acapella.

Ecco il risultato! …buon video ascolto!

Articolo precedenteJovanotti plagia i Ti.Pi.Cal?
Prossimo articoloAntonello Venditti vs. Backstreet Boys
Oceanboy si cimenta nella particolare tecnica del MASH UP!, tra le più diffuse tra i dj amanti del 2.0, che consiste nell'unire due o più canzoni di artisti, spesso distanti tra loro vuoi per genere piuttosto che per vocalità grazie all'ausilio di software e campionatori musicali. Il risultato finale è tanto più spiazzante quanto più è lontana la distanza fra gli artisti e le canzoni che utilizza nella realizzazione dei suoi mash up. E' un gioco sfizioso perché dimostra i mille punti di connessione possibili tra musiche che non cverrebbe mai in mente di associare. Ovviamente, molto sta alla fantasia, ma soprattutto alla perizia di cui è dotato chi dà vita a queste vere e proprie manipolazioni sonore. Il ''prodotto'' può dirsi ben confezionato, nel momento in cui questa fusione audio è corroborata dalle immagini video, dall'incursione e sovrapposizione dell'uno sopra l'altro. Sul web è già attiva una vera e propria scena musicale, essendo ormai in molti quelli che creano e quelli che vanno a caccia di queste creazioni. Ci vuole un giusto equilibrio tra gusto ed immaginazione per non scivolare in rigurgiti pacchiani: un registro giusto, che sembra non mancare a Oceanboy, come dimostrano gli altri esperimenti presenti nel suo canale ufficiale youtube.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here