Adele vs. L’uomo Tigre

  • 0
Adele vs. l'Uomo Tigre

Adele vs. L’uomo Tigre

Tags :

Category : Mash Up!

Adele vs. l'Uomo Tigre

Il Mash Up! che presento oggi ha dell’incredibile

questa volta mi sono divertito ad unire un famosissimo brano Pop con la sigla di uno dei cartoni animati della mia infanzia

…ecco cosa è venuto fuori!

NOTE TECNICHE:

Ho utilizzato l’Acapella del brano di Adele alzata di una tonalità e velocizzata sino a portarla ai 110 BPM de L’uomo Tigre;

ho tenuto solo la base musicale del famoso cartone animato giapponese è ho campionato i cori che ho inserito nel Mash Up!

CURIOSITA’:

I cartoni animati dell’Uomo Tigre sono stati trasmessi per la prima volta in Italia su Rete 4 nel 1982 e in seguito su diverse emittenti private regionali.

La prima serie ha inizio in Giappone nel 1969 ed è stata prodotta dalla Toei Animation.

Tratto dal manga di Ikki Kajiwara (storia) e Naoki Tsuji (disegni), i cartoni animati dell’Uomo Tigre si dividono in 105 episodi sceneggiati da Massaki Tsuji, per la regia di Takeshi Tamiya e i disegni di Keiichiro Kimura.

Da ricordare la sigla italiana “L’Uomo Tigre” cantata da Riccardo Zara e I Cavalieri del Re.
Per la violenza delle immagini, questo cartone animato è certamente sconsigliato ai più piccoli, anche se esiste un forte richiamo ai valori universali come la solidarierà agli emarginati, l’amicizia e la lealtà sportiva.

Adele (22 anni), nome d’arte di Adele Laurie Blue Adkins, è una cantautrice britannica in attività dal 2006, il suo genere musicale varia dal Pop al soul, al jazz, blues e non solo.

Due album per lei all’attivo, il primo, quello di debutto, pubblicato nel 2008 che porta il nome 19, di cui il primo singolo estratto è stato Chasing Pavements.

Il secondo album, intitolato 21, arrivato nei negozi a fine Gennaio 2011.

Rolling In The Deep è il primo singolo estratto di 21


About Author

Oceanboy

Oceanboy si cimenta nella particolare tecnica del MASH UP!, tra le più diffuse tra i dj amanti del 2.0, che consiste nell'unire due o più canzoni di artisti, spesso distanti tra loro vuoi per genere piuttosto che per vocalità grazie all'ausilio di software e campionatori musicali. Il risultato finale è tanto più spiazzante quanto più è lontana la distanza fra gli artisti e le canzoni che utilizza nella realizzazione dei suoi mash up. E' un gioco sfizioso perché dimostra i mille punti di connessione possibili tra musiche che non cverrebbe mai in mente di associare. Ovviamente, molto sta alla fantasia, ma soprattutto alla perizia di cui è dotato chi dà vita a queste vere e proprie manipolazioni sonore. Il ''prodotto'' può dirsi ben confezionato, nel momento in cui questa fusione audio è corroborata dalle immagini video, dall'incursione e sovrapposizione dell'uno sopra l'altro. Sul web è già attiva una vera e propria scena musicale, essendo ormai in molti quelli che creano e quelli che vanno a caccia di queste creazioni. Ci vuole un giusto equilibrio tra gusto ed immaginazione per non scivolare in rigurgiti pacchiani: un registro giusto, che sembra non mancare a Oceanboy, come dimostrano gli altri esperimenti presenti nel suo canale ufficiale youtube.

Leave a Reply