Tommaso Paradiso Non Avere Paura di Annie Lennox MASHUP …è un caso di Plagio?

In questo MASHUP ho utilizzato l’acapella di “Non Avere Paura” di Tommaso Paradiso e l’instrumental del brano “Why” di Annie Lennox

0
93
views

Il MASHUP che vi presento oggi vede protagonisti

Tommaso Paradiso e Annie Lennox

A pochi giorni dallo scioglimento dei Thegiornalisti, è già tempo di ascoltare il Tommaso Paradiso in versione solista.

Il brano, è scritto esclusivamente da Tommaso Paradiso e prodotto da Dardust, già produttore di “Maradona Y Pelè” e i brani contenuti nell’album “Love” dell’ormai ex-band di Paradiso.

“Non Avere Paura” è un brano dal tocco vintage, nel pieno stile di Paradiso, ma troppo simile ad altri pezzi dei Thegiornalisti, dove ricorrono sempre le stesse immagini per raccontare l’amore e le sue sfumature.

Si dice che dopo aver copiato sette note, o quattro battute, si ha plagio della composizione altrui; ma questo non sempre è vero. 

In questo MASHUP ho voluto provare a realizzare un confronto comparativo tra i due brani, per verificare se vi sia uguaglianza o meno e devo dire che qualche punto di contatto tra le due canzoni è saltato fuori. Ho utilizzato l’acapella del brano “ Non Avere Paura  che mi sono precedentemente costruito grazie al software IZOTOPE RX7  ed ho poi messo sotto grazie all’ausilio di  MAGIX MUSIC MAKER l’instrumental version di  “ Why  che ho reperito sul portale Youtube a questo link

Video Streams: YouTube | Streamable

[Voti: 5   Media: 5/5]
Articolo precedenteVideo Killed Radio …MASH! ovvero Buggles vs. Killers
Prossimo articoloMina vs. Air – L’importante è Sexy Boy
Oceanboy si cimenta nella particolare tecnica del MASH UP!, tra le più diffuse tra i dj amanti del 2.0, che consiste nell'unire due o più canzoni di artisti, spesso distanti tra loro vuoi per genere piuttosto che per vocalità grazie all'ausilio di software e campionatori musicali. Il risultato finale è tanto più spiazzante quanto più è lontana la distanza fra gli artisti e le canzoni che utilizza nella realizzazione dei suoi mash up. E' un gioco sfizioso perché dimostra i mille punti di connessione possibili tra musiche che non cverrebbe mai in mente di associare. Ovviamente, molto sta alla fantasia, ma soprattutto alla perizia di cui è dotato chi dà vita a queste vere e proprie manipolazioni sonore. Il ''prodotto'' può dirsi ben confezionato, nel momento in cui questa fusione audio è corroborata dalle immagini video, dall'incursione e sovrapposizione dell'uno sopra l'altro. Sul web è già attiva una vera e propria scena musicale, essendo ormai in molti quelli che creano e quelli che vanno a caccia di queste creazioni. Ci vuole un giusto equilibrio tra gusto ed immaginazione per non scivolare in rigurgiti pacchiani: un registro giusto, che sembra non mancare a Oceanboy, come dimostrano gli altri esperimenti presenti nel suo canale ufficiale youtube.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.